Esiste un materasso per il mal di schiena? Fino a poco tempo fa’ si credeva che fosse quello ortopedico con struttura rigida. Oggi grazie alle scoperte scientifiche siamo in grado di affermare che ciò non corrisponde a verità. Esistono diverse tipologie di materassi in commercio. A parte poche eccezioni ognuno può essere più o meno confortevole ma solo uno è perfetto per prevenire i dolori muscolari. Premesso che l’unico modo per risolvere definitivamente il problema è praticare regolare esercizio fisico (o rivolgersi a un osteopata professionista) la scelta del materasso è senza dubbio importante per contrastare il mal di schiena.

la struttura di un buon materasso per il mal di schiena

Un buon materasso per il mal di schiena ha una struttura tale da mantenere il giusto allineamento di collo, spalle, torso e schiena. Per far ciò deve essere sufficientemente morbido (ma non troppo!). Un’eccessiva rigidità non consente al corpo di allinearsi, motivo per cui attualmente vengono prodotti sempre più materassi ergonomici che si adattano al corpo e non lo costringono in posizioni scomode. D’altro canto, uno troppo soffice tende a far infossare le spalle, disallineandole dal resto del corpo. Come in ogni cosa bisogna trovare la giusta misura.

Risultati immagini per mal di schiena materasso rigido
Cosa succede alla tua schiena con un materasso duro, morbido e in memory. Continua la lettura per scoprire di cosa si tratta

Non bisogna però commettere l’errore di considerare solo il materasso, anche cuscino e rete costituiscono una parte fondamentale del sistema letto e bisogna sceglierli tutti e tre con la massima cura. Se prediligi un materasso più morbido, devi equilibrarlo con una rete più solida o un cuscino più alto. Altro parametro da considerare è l’altezza del materasso che non dovrebbe mai superare i 20-25 cm, per dare modo al corpo di godere al massimo dei benefici di un materasso ergonomico.

In conclusione il materasso per il mal di schiena ideale dovrebbe assecondare le naturali curve della spina dorsale che differentemente da quanto si possa pensare, non è perfettamente dritta.

Trova la posizione perfetta

La posizione in cui si dorme è fondamentale per svegliarsi senza indolenzimenti. Bisogna considerare anche questo fattore nella valutazione del materasso per il mal di schiena. Ovviamente ce ne sono alcune più indicate di altre. Vediamole insieme le migliori:

  • Pancia in su’ e braccia distese: senz’altro la posizione migliore per la nostra schiena e per il collo, poiché mantiene entrambi dritti. In questo caso però bisogna far attenzione al cuscino che si utilizza, non deve essere troppo alto per non far andare il collo in ipertensione
Risultati immagini per dormire supini
posizione supina
  • Sul fianco con gambe leggermente piegate: molto adatta per la schiena ma estremamente dannosa per il viso, dal momento che poggiare il volto sul cuscino favorisce la comparsa di antiestetiche rughe (anche se si tratta di un problema secondario rispetto alla salute della propria schiena). Senz’altro è da preferire a quella a pancia in giù che affatica la respirazione, le spalle, il collo e accentua la lordosi.
Risultati immagini per dormire sul fianco

Tuttavia è praticamente impossibile che nel corso della nottata non ci si sposti, anche inconsapevolmente, da una posizione ad un altra. Sono pochissimi gli individui che rimangono totalmente immobili nel corso di otto ore di sonno, il che è anche un male, sicché stare fermi mentre si dorme non da modo alle differenti zone del corpo di irrorarsi di sangue e le fa intorpidire. Ciò nonostante, possiamo far abituare il nostro corpo a dormire nella posizione più salutare, prestandoci attenzione e correggendola lentamente.    

Longevità del materasso

L’ideale sarebbe cambiarlo ogni 8-10 anni, non appena si cominciano a riscontrare i primi indolenzimenti alla schiena o deformazioni nel prodotto. Proprio perché di spina dorsale ne abbiamo solo una, è opportuno investire in un materasso di qualità che seppur sia costoso, apporti indubbi benefici alla nostra colonna vertebrale.

Nella mia personale esperienza con pazienti affetti da lombalgia cronica ho riscontrato maggiore soddisfazione nei soggetti che utilizzavano un materasso in memory foam, un materiale plastico estremamente elastico e confortevole. Ne esistono tantissimi oramai in commercio, quindi avete solo l’imbarazzo della scelta.

Dott. Stramenga, Osteopata

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *